martedì 25 luglio 2017

dolorosamente ispirata



Persa
nell' ebbrezza del tuo sorriso
forse mi ero trovata
ritrovando il mio

Presto

Perduta
ridendo come una pazza
drogata
ubriaca

Cieca

Puro Impulso

sfiorando infinità

Le tue risate
motivo di vita nuova

Attendevo da tanto questo nuovo

Ricominciare

quei forse

paure svanite

le mie

Ritrovarsi
fra le tue risate

Le tue risate telefoniche
Stimoli

Unico scopo:
farti sorridere

E non sapere perché

Solo la voglia

di ascoltarti

Ridere, ridere, ridere

Mi hai ubriacata

Ora sveglia
mal di testa
Ochi

Innamorato dell' Amore

Ingenuità

Forse hai bevuto troppo

Io sono in pausa
però ho ancora sete

Mi bevevi
... e intanto bevevi ancora lei

Lei

e non credevi

Lei

e non pensavi

Io lo sapevo

ma, come sempre, non ho ascoltato

Ho chiacchierato
ho amato
ho vissuto

e tra 6 mesi non ricorderò più per chi era questa brutta poesia

costruzione di ricordi
non pervenuta

Avrei voluto...

essere nuova...
ma tu sei ancora vecchio...

Un anello
che ho lasciato lì...

Infinito
Finito

Infinito...
...finito

Finito?

Ho sete...

Se tu potessi dimenticare...

ma dimenticare cosa?


Nulla é veramente iniziato

un ingenuo "ti voglio bene"

poi il nulla

Infinito finito

Ferito

Scosso

Agitato


Eri vuoti triste smarrito

ed io... impotente

guardarti da lontano...

dove sei ora

Lontano...

Lontano


Sogni sporchi di tristezza

... e i tuoi capelli


Nessun commento:

Posta un commento